Noctua Edizioni



 

La Città del Sole

Questioni sull'Ottima Repubblica

Tommaso Campanella

con un saggio di Marco de Paoli

 "Campanella e la religione del Sole" 

pp. 140 - € 10,90

copcitta'web.gif (23973 byte)

 

La Città del Sole è formata da una società che segue una legge naturale e divina al tempo stesso, in quanto attira gli influssi positivi degli astri e rispecchia l'ordine divino che è in cielo.[...]

Nadia Sussetto, "Il Monviso", 1° febbraio 2003

 

 

Alla casta sacerdotale e alla casta guerriera segue la casta costituita dal popolo lavoratore. Campanella non pensa affatto che i lavoratori debbano andare al governo: nel suo intendimento questo sarebbe una bestemmia, un’assoluta contraddizione ai princìpi, un rovesciamento della piramide sociale. Nella Città del Sole vi è al contrario una precisa gerarchia, una distinzione di ordini e di funzioni che si vuole fondata su un preciso riconoscimento delle diverse qualità e attitudini. Ma il popolo non appare affatto quale mera classe sfruttata nell’utopia campanelliana, ed anzi Campanella ne ritiene necessaria e prioritaria l’istruzione e l’educazione: l’istruzione deve essere garantita a tutti proprio in quanto lo Stato ideale non può fondarsi su un popolo di servi ignoranti e analfabeti. (Dall’Introduzione)

Noctua Edizioni      Contatti - Acquisti - Pagina iniziale